Forno Fusorio di Tavernole | PFAS SUITE + H-AMBIENT2

REPORTAGE DALLA VALLE TROMPIA
25/26 novembre 2017

Il video della doppia performance, con sotto la spiegazione come appare sul profilo FB di AP.

PFAS SUITE + H-AMBIENT2 c/o Forno Fusorio di Tavernole BS
25 novembre 2017 Alture Festival

Una performance a 2 livelli.
[da vedere in HD a schermo intero]

In occasione di questo importante appuntamento voluto dagli amici bresciani e bergamaschi, presso uno dei luoghi dove l’acqua è elemento dominante, grazie alla loro sensibilità e coraggio di proposta culturale, è stata eseguita la prima assoluta di una particolare opera pensata per portare in giro il fronte civile dell’acqua, che pur-troppo, davvero troppo, contamina la nostra vita, la vita delle valli da dove giungo. E non solo. Un modo di fare arte non trascurando mai il fatto che la bellezza – da sola e per sé – non è sufficiente per “salvare il mondo”, passaggio sottolineato anche in H-AMBIENT2, seconda parte di questa videoclip e della performance. Siamo perciò partiti dall’acqua inquinata da PFAS, nel piano inferiore del bellissimo Forno Fusorio di Tavernole (visitato pure da Leonardo Da Vinci), dove ci sono i grandi magli, tra il rumore continuo delle acque del Mella, per salire le scale e raggiungere le altezze himalayane, ai piedi di montagne inesplorate e di ghiacciai che generano acque ancora incontaminate. Un passaggio-salita, fisico e simbolico – tutto in una sera – non da poco, per il numeroso pubblico, costretto a scendere e a salire… nei meandri del Forno e delle connessioni da noi provocatoriamente create.

Ho costruito la Suite sui PFAS – «per acqua inquinata e ritardo elettronico» – con i seguenti elementi: alcuni spezzoni video tratti dal tubone ARICA di Cologna Veneta estratti dai TG nazionali e regionali; alcuni spezzoni audio della Conferenza Internazionale, medica, sui PFAS in Regione Veneto del febbraio scorso, a cui ho partecipato; una partitura classica celeberrima e pertinente al massimo grado con la Conferenza di Venezia in tema di patologie neonatali, se si forza l’infante* francese all’infante italiano (“Pianto per un bambino* morto” di Ravel). La partitura è stata ricostruita con un delay elettronico a due selezioni e il mio EWI (electronic wind instrument) accompagnato da un sottofondo ambient ricampionato (“Stasi” di Loscil).

Con me l’inseparabile amico e curatore del suono, Edoardo Egano. E mio figlio Giacomo alle apparecchiature video.

La Galleria della Performance. Foto di Stefano Zoli e Giacomo Peruffo >> https://casacibernetica.wordpress.com/2017/12/11/la-mia-arma-e-la-musica-forno-fusorio-di-tavernole-pfas-suite-h-ambient2/

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...